Andrea Di Quarto ci presenta la storia del rap 1998 – 2018!

 

Andrea Di Quarto storia del rap

Andrea di Quarto ha deciso di farci uscire una lacrimuccia, merito sicuramente del suo piccolo capolavoro, vale a dire La storia del rap 1998 – 2018 prodotta dalla Tsunami Edizioni; si affrontano tematiche importanti, tra le quali spicca ovviamente la storia della musica hip hop americana ripercorrendo per lo più gli anni Duemila.

Il libro ci è sembrato da subito molto interessante,perchè parla in maniera alquanto scorrevole di un periodo molto difficile, il rap non è mai stato così scontato negli Stati Uniti, merita sicuramente rispetto, ed anche uno studio più approfondito.

Ci fu un periodo in cui la musica rap era considerata un vero punto di riferimento, poi via via gli anni d’oro si sono spenti, complice sicuramente la scomparsa di Tupac, così come anche di Notorious B.I.G. uccisi in circostanze che ad oggi sembrano ancora fin troppo misteriose.

Come se non bastasse anche la Death Row Records ha iniziato a perdere colpi, motivo per cui tante certezze hanno iniziato a vacillare; ovviamente negli anni tanti altri artisti si sono susseguiti, il punto è che il livello è sceso tantissimo, in molti hanno quindi assistito ad un netto impoverimento artistico e culturale.

Andrea Di Quarto ci presenta la storia del rap 1998 – 2018!

Al di la di tutto il nuovo millennio ha pur sempre regalato belle emozioni, infatti tra i rapper moderni il più amato è stato sicuramente un bianco, vale a dire Eminem, che udite udite, in tutto il mondo ha venduto più di 100 milioni di album entrando di diritto tra i più bravi in assoluto.

Tanto di cappello anche a 50 cent che ha dato vita ad uno stile nuovo, unico nel suo genere e vero punto di riferimento per tantissimi rapper di New York, ma non possiamo nemmeno dimenticarci di Nas e di Jay–Z che hanno regalato ai tantissimi fan alcuni dischi davvero incredibili.

A Chicago, invece, a farsi largo è stato chiaramente Kanye West, un vero talento che in poco tempo è riuscito a conquistare tutti, senza dimenticare un punto di riferimento di Compton, ovvero Kendrick Lamar che ha riportato in auge la bellezza della West Coast e grazie al suo stile lirico impeccabile è riuscito a stravolgere il mercato.

Gli anni 2000 e le sorprese che tutti abbiamo avuto modo di apprezzare.

La vera sorpresa in questi anni ci è giunta da artisti provenienti da zone ampiamente portate al margine negli anni, facciamo per lo più riferimento a città del calibro di Atlanta, su ciu è stata girata una serie rap molto amata “Atlanta” oppure Houston, zone sulle quale in pochi avrebbero mai scommesso, le stesse che nel giro di pochissimi anni sono diventate un vero punto di riferimento dell’industria discografica.

Ma in questo bellissimo libro si parla anche di come siano cambiati gli stili, le tendenze, argomenti importanti e non di certo comprensibili a tutti, ed a farlo con espressioni semplici, ma uniche nel loro genere è proprio Andrea Di Quarto, nato a Palermo nel 1965 che da tantissimi anni fa dello spettacolo, così come anche della musica i suoi interessi più grandi.

In tanti anni di attività è stato anche dj radiofonico, ma dal 2001 è entrato a far parte del team di Sorrisi e Canzoni, più precisamente nella redazione del settimanale tv, inoltre nutre un grandissimo amore anche per l’arte essendo diplomato in fotografia presso l’Accademia John Kaverdash.

Questo è un libro imperdibile, invitiamo tutti a leggerlo con grandissima attenzione!

Commenti

commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.