Rapper napoletani tutti a sostegno di Noemi

 

I rapper napoletani hanno deciso di alzare la voce a sostegno di Noemi e lo fanno tutti uniti, al meglio, lanciando un messaggio che toccherà sicuramente il cuore di tante persone.

Bisogna dire, una volta per tutte, basta alla violenza e basta alla camorra, è sbagliatissimo rappresentare il Sud e per lo più Napoli, come una città malvagia, avvolta da un alone di cattiveria che non tende affatto a dissolversi.

Tutti conosceranno la vicenda che ha colpito la piccola Noemi, ed in tanti si sono ritrovati dinanzi al Santobono, inclusi 13 artisti, composti da rapper e cantanti, per lo più napoletani, a partire da Michele Sbam, a sostegno di un popolo che meriterebbe sicurezza e maggior rispetto.

Il rap napoletano sta crescendo tantissimo negli ultimi anni, il che è già di per sè un segno importantissimo, in tal caso, però, i giovani si sono occupati della scrittura e successiva interpretazione di un brano chiamato Ora Basta, nato con il fine di abbattere, con musica e pensieri, il sempre più alto muro di omertà e paura, dando un secco NO alla criminalità.

Questa volta non ci si nasconde dietro un dito, gli artisti, per quanto possano sembrare giovani, hanno scelto di interrompere il silenzio, con un messaggio che risulta essere estremamente chiaro; non ci si basa solo sull’accaduto che ha colpito Noemi, ma anche al tragico evento, ormai passato, dove la sfortunata protagonista era Annalisa Durante.

Si vuole guardare avanti, creare basi solide per un futuro migliore, ma si sa è pur sempre difficile, ad ogni modo si denuncia la camorra e la criminalità, il desiderio è quello di vedere una Napoli migliore, priva di guerre, nasce così un vero inno alla vita con il quale si vuole dare forza anche a Noemi.

LEGGI ANCHE   Vedi G-Eazy, Yo Gotti, YBN Nahmir nel video del 1942 di Basketball Themed

Cosa c’è dietro questa bella idea?

Il progetto è nato da idee uniche, proprio come quella di Ambrogio Crespi, un regista conosciuto che assieme a Michele Sbam, produttore musicale e la regia di altri giovani promettenti, potrà sicuramente puntare a lasciare il segno.

Vi è anche un patrocinio della Fondazione Onlus ‘A Voce d’e creature di cui il diretto responsabile è Don Luigi Merola e tutti i fondi raccolti saranno utilizzati per tutelare i più piccoli; in un certo senso ci troviamo per la prima volta dinanzi ad una vera e propria mobilitazione di artisti made in Napoli, uniti da un fine nobile e tra questi ce ne sono alcuni che hanno lasciato il segno.

Ci riferiamo per lo più a NtòEl KoyoteEl barrioPalù e Michele Sbam, tutti molto conosciuti ed in grado di fare la differenza con il loro stile sulla traccia.

Tutti assieme per una giusta causa, la musica serve anche a questo!

Commenti

commenti

,

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.