Quanto mistero avvolge Liberato? Cerchiamo di scoprire insieme qualcosa di lui!

 

Liberato è sicuramente il fenomeno del momento, tutti ricorderete il concerto totalmente gratuito che si è tenuto a Napoli, bene, in quella particolare circostanza il richiamo del pubblico è stato altissimo, tanto che più di 15000 persone erano lì presenti.

Proprio a seguito di questo successo è stata già decisa la prossima data, che si terrà questa volta a Milano il 9 di Giugno; sarà un evento pazzesco al quale già in molti hanno espresso il loro totale apprezzamento; Liberato piace eccome, sarà per la sua musica, ma soprattutto per quell’alone di mistero che si è creato verso la sua reale identità.

Sembra strano, ma ad oggi nessuno è riuscito a vederlo in volto, inoltre, nei video musicali è sempre di spalle, mentre negli eventi dal vivo preferisce nascondersi con un cappuccio, insomma, in tanti vorrebbero capire chi è, ed a tal proposito qualcuno si è già sbilanciato sul web, come ad esempio uno youtuber di nome Diego Laurenti.

 

Liberato ha a che fare con l’isola di Nisida?

Partiamo dal fatto che Nisida sorge di fronte a Posillipo, è conosciuta al di la della bellezza dei suoi panorami, anche per il fatto che al suo interno è presente il carcere minorile maschile.

I più attenti hanno notato che Liberato al concerto di Napoli è arrivato proprio attraverso un gommone, ma non era solo, in un certo senso sembrava quasi accompagnato, scortato, da altre persone, con tanto di vedetta della polizia sullo sfondo; tutti questi dettagli hanno spinto alcuni ascoltatori a credere che il giovane sia un ragazzo che proviene dal centro di recupero dell’isola.

E’ chiaro che stiamo parlando solo di ipotesi, motivo per cui bisognerebbe andarci con i piedi di piombo, ma per poter asserire una cosa del genere bisognerebbe anche capire cosa succede all’interno del carcere minorile del posto.

In tanti non lo sanno, ma proprio a Nisida vengono avviati progetti importanti, il cui obiettivo è quello di aiutare i ragazzi e farli emergere, in alcuni casi vengono affiancati anche ad altre associazioni, si crea quindi una fitta rete che li preparerà a crearsi un futuro o almeno le giuste basi.

Da qui alcuni ragazzi scelgono di seguire corsi per diventare pizzaioli, altri invece vogliono specializzarsi in cucina, ed altri ancora desiderano sfondare nel teatro, elementi chiave che in un certo senso potrebbero essere dimostrati anche nel video intitolato Le vite di Nisida.

 

LEGGI ANCHE   Lil Pump annuncia che dovrà affrontare il carcere per alcuni mesi

Tanti collegamenti ed elementi che andrebbero studiati più da vicino!

Per ora non c’è proprio nulla di concreto, inoltre l’artista non ha nè smentito tali voci, nè espresso il suo parere, però ci sono alcuni elementi che potrebbero rafforzare l’ipotesi di cui abbiamo appena parlato; analizzando più da vicino i testi di Liberato troviamo svariate citazioni verso Nisida, insomma potrebbe esserci un nesso!

Si parla spesso di libertà, della voglia di tornare a vivere una vita normale, ma si parla anche di detenzione, come ad esempio nel brano Intostreet, insomma, esistono strane coincidenze che da un po’ di tempo a questa parte vengono messe in evidenza, soprattutto attraverso il proprio profilo Instagram, dallo youtuber Diego Laurenti.

Continuiamo con le strane casualità ed eccoci alla sirena, per chi ci avesse fatto caso, Liberato all’inizio dei suoi concerti ne suona una, è per lo più a manovella e sembra proprio come quelle utilizzate nelle carceri, il suono che molto spesso aiuta a far capire che è in corso un tentativo di fuga da parte dei detenuti.

Lo youtuber azzarda una nuova ipotesi e questa volta lo fa toccando proprio il suo nome, infatti per lui Liberato significherebbe che il ragazzo viene lasciato andare, con un permesso speciale, proprio per esibirsi in questi eventi live.

Può sembrare tutto così strano, siamo i primi ad ammetterlo, però in effetti c’è qualcosa che meriterebbe grande attenzione; ovviamente ci sono persone che magari non dormono serenamente fin quando non riusciranno a scoprire la vera identità di Liberato, ma nel nostro caso non è così, chiaramente c’è la curiosità, ma per ora ci accontentiamo della sua arte in musica.

Le teorie lasciano i tempo che trovano, bisogna essere sinceri, anzi, in un certo senso aumentano ancor più l’interesse verso un personaggio che ha semplicemente scelto di essere originale, misterioso, ma con un sogno da percorrere.

Liberato ci piace ed a dirla tutta il mistero ci incuriosisce tantissimo, cosa c’è di male?

LEGGI ANCHE   Sfera Ebbasta intervistato a Radio Deejay (video)

Commenti

commenti

,

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.