Revman il rapper che canta di sua madre!

 

Questo ragazzo ne sta facendo di strada e nei suoi occhi si intravede lo stesso sguardo di sua madre, una donna divenuta negli anni un simbolo di Palermo.

E’ stata ritrovata una foto storica, proprio quella in cui la protagonista è una bimba di nome Catia, per l’appunto la mamma di Revman, che in uno scatto del 1980 fissa un obiettivo, con una palla in mano, pronta per divertirsi finalmente.

Revman è per l’appunto il suo secondo figlio che oggi ha 28 anni e vive a Milano avendo cambiato completamente stile di vita; è un agente, proprio come in passato lo era suo padre Salvatore; quella divisa sembra essere quasi una sua seconda pelle.

Revman però è anche un grande amante della musica e questo non lo si può certo nascondere, tanto che oggi è un cantante rap e producer, ma il concorso in polizia gli ha in un certo senso cambiato la vita; il suo addestramento a Vibo Valentia fu indimenticabile e poi giunse finalmente il primo incarico a Milano, ma nonostante una divisa addosso ha sempre avuto musica nel sangue.

Sin da ragazzino ha sempre mostrato grande amore per il rap, infatti, a quei tempi ballava la breakdance, eppure lui definisce la musica, nella sua totalità, come uno strumento dalle potenzialità incredibili; la musica rap sembra essere immediata, arriva subito alla mente, ed al cuore!

Lui non ama gli stereotipi, semplicemente perchè il 99% degli artisti li abbracciano senza che abbiano realmente un senso, vogliono quasi esaltarsi, fingersi dei gangsta, quando poi non lo sono affatto; grazie alla tv sono arrivati tantissimi riferimenti, non di certo positivi, a partire da Pablo Escobar, fino ad arrivare a tutta la serie Gomorra.

LEGGI ANCHE   Rione Libertà: un rap per il risscatto, lo musica sociale dei Bari jungle Brothers

In qualunque frangente sembra che un aspetto non cambi mai, ovvero l’odio verso le guardie, o tutte le tipologie di forze dell’ordine, questo ha portato lo stesso Revman ad essere anche etichettato a volte, semplicemente perchè è davvero raro trovare un agente che produce musica rap controtendenza.

 

L’ultimo lavoro di Revman è MCLM

Revman non si ferma e così eccolo con una produzione molto interessante, veloce, semplicemente perchè il suo obiettivo era quello di partecipare ad un concorso e la scadenza era a pochi giorni.

Ha dovuto fare gli straordinari, ma partecipare a Musica contro le mafie era essenziale per lui; il concorso è stato organizzato da Libera, ovvero l’associazione di don Luigi Ciotti e con il suo pezzo riuscirà sicuramente a portare valore, raccontando in musica il suo pensiero su legalità e chiaramente anche sulla lotta contro ogni tipologia di mafia.

Il tema scelto è quello della lotta ai clan, quindi ogni canzone dovrebbe in un certo senso rispettare lo scenario proposto; è stato creato anche un video, Revman ci ha messo del suo e la protagonista è Letizia Battaglia che cerca di incastrare alcuni estorsori presenti lungo le strade di Palermo.

Si vuole a tutti i costi trasmettere un messaggio culturale, qualcosa che sia sano e che possa effettivamente arrivare dritto al cuore di ogni ascoltatore.

La lotta contro la mafia e la musica di Revman!

 

 

Questo articolo è stato verificato alla pagina:

https://milano.corriere.it/notizie/cronaca/18_novembre_07/sebastiano-rapper-poliziotto-fotografia-iconica-battaglia-canto-mia-madre-lotta-mafia-a93863c4-e256-11e8-86b9-0879a24c1aca.shtml

Commenti

commenti

, ,

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.