XXXTentacion non è certo l’unico artista ad essere morto durante una sparatoria!

 

In questi anni molti arti sono morti, ovviamente c’è chi magari ha deciso di farlo spontaneamente, chi è morto a seguito di brutte dipendenze e chi ha perso la vita perché trovatosi nel bel mezzo di alcuni conflitti a fuoco.

L’ultimo esempio è senza dubbio XXXTentacion, un giovane rapper morto Lunedì 18 Giugno in Florida; secondo alcune ricostruzioni sembra che il ragazzo sia stato avvicinato da due persone, una delle quali ha sparato un colpo senza pensarci su, colpendolo, per poi fuggire su di un SUV.

 

XXXTentacion rapper americano morto nel 2018

XXXTentacion era molto giovane, una promessa musicale, un astro nascente che aveva già pubblicato singoli e album di successo; uno di questi si intitola 17, mentre il secondo album ha come titolo un semplice punto interrogativo, ovvero ? ed è entrato subito nella classifica album di Billboard 200 piazzandosi in prima posizione.

 

Anche altri artisti molto importanti sono stati coinvolti in alcune sparatorie, basti pensare a:


Tupac rapper americano morto nel 1996

  • Tupac: chiunque lo ricorda, è diventato una vera icona, ma la sua vita non è stata semplice, infatti è stato sparato più volte nel 1996 a Las Vegas. A seguito di questo incidente è morto in pochi giorni, il punto è che dietro la sua perdita, nonostante siano passati molti anni, c’è sempre un alone di  mistero.

The Notorious Big rapper americano morto nel 1997
  • The Notorious Big: in molti lo conoscono con il soprannome Biggie, dobbiamo ammettere che negli anni 90 era molto influente, era considerato l’antagonista di Tupac, ma anche per lui la fine fu tragica. E’ morto nel 1997, circa 6 mesi dopo la scomparsa di Tupac, per un omicidio considerato ancora irrisolto, avvenuto a Los Angeles in California.
Rick Ross rapper americano ancora in vita
  • Rick Ross: per lui il giorno della sua scampata morte è stato forse uno dei più belli, infatti si trovava a festeggiare il suo 37° compleanno in un ristorante della Florida nel 2013. Subito dopo essere uscito dal ristorante con la sua ragazza è stato avvicinato da un uomo che ha sparato contro la sua auto; nel tentativo di fuggire l’auto si è schiantata contro un condominio, ma fortunatamente nè lui, nè la sua donna sono rimasti feriti.
50 Cent rapper americano ancora in vita
  • 50 Cent: nel 2000 gli furono inflitti ben 9 colpi di arma da fuoco, fu un periodo pazzesco, ma dopo 31 giorni in ospedale sembra si sia ripreso, nonostante un colpo avesse preso di striscio la sua guancia deformando in parte la lingua. Da quel momento iniziò a prendersi le sue rivincite, merito sicuramente del singolo In Da Club, così come di tanti altri brani unici e poi fu anche pubblicato il videogioco Bulletproof!
Young Buck rapper americano ancora in vita
  • Young Buck: un personaggio pazzesco, un tempo faceva parte della G-Unit, proprio al fianco di 50 Cent, ma nel 2012 a Nashville ci fu una sparatoria dove il vero obiettivo era lui stesso; da qui ne venne fuori fortunatamente senza nemmeno un graffio, al contrario della sua ragazza che venne inevitabilmente colpita ad una spalla.

 

Non solo XXXTentacion, ricordiamo anche la morte del rapper Jimmy Wopo in Florida!

I giovani rapper muoiono e lasciano un vuoto incredibile tra i tantissimi fan presenti in ogni parte del mondo, purtroppo non è una novità, sembra quasi che un disegno più grande di loro sia stato tracciato da anni e questi sono i risultati.

A poche ore dalla morte di XXXTentacion avvenuta in Florida ecco che a lasciarci è anche Jimmy Wopo, un rapper di soli 21 anni che ha perso la vita a Pittsburgh, sua città di nascita.

Jimmy Wopo rapper americano morto nel 2018

A riportare la notizia è stata anche Billboard, in tanti quindi si uniscono al dolore di Travon Smart, questo era il suo vero nome, morto per colpa di individui non ancora identificati che hanno preso di mira la sua auto, colpendolo mortalmente, per poi ferire gravemente anche il suo accompagnatore.

Jimmy Wopo nonostante la sua giovane età era già molto conosciuto, a breve sarebbe diventato un artista internazionale, infatti proprio quel giorno doveva firmare un contatto con una major discografica stando alle parole del suo agente Owen Seman.

A morire questa volta è stato anche Jimmy Wapo, è forse giunta l’ora di smetterla!

Credit foto: straitstimes.com

Commenti

commenti

, , , , , ,

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.