La nostra intervista a Elek Style

 

musicworldnews.it: Ciao Elek,”Magnifique” è stato un album maturo e vario, dove hai saputo muoverti su tanti tipi di stile e flow. In “Da Vinci” cosa ci dobbiamo aspettare?

Elek Style: Innanzitutto comincio con il salutarvi, è un’onore essere qua oggi. Magnifique è stato un album con dietro un lungo lavoro, dalla scelta delle produzioni al tipo di canzone, senza mai ragionarci troppo ma anche senza troppo istinto, perché la musica per me è questo.
“Da Vinci” sarà un album molto più crudo e grezzo e più rap, cosa che in Italia non c’è più da bel un pezzo.


musicworldnews.it:
Hai fatto trap in passato, ora vediamo stai facendo pezzi Punk, Reagge e Country. Come mai ti sei avvicinato a questi stili?

Elek Style: Mi piace apparire su qualsiasi tipo di beat, qualunque esso sia. Se è hardcore l’ispirazione arriva prima, il punk è uno stile di vita, un modo di essere. Scrivere i pensieri senza censura ti fa stare bene. Per quanto riguarda gli altri generi sono un amante del Country da sempre e fare beat sul questo genere mi rende me stesso.


musicworldnews.it:
Ci saranno Featuring in questo disco?

Elek Style: Si, ci saranno vari featuring sia con artisti italiani e americani, come SkyCam, che saluto e ringrazio della sua partecipazione in questo album ed altri artisti di Worldstar.
Per quanto riguarda gli artisti nostrani, ci saranno collaborazioni particolari nuova wave.


musicworldnews.it: 
Hai tanta voglia di fare e dimostrare a gli altri il tuo valore?

Elek Style: Si, è il mio carattere, voglio dimostrare a me stesso in primis di essere in grado di muovermi nel campo della musica. Si tratta di una sfida per migliorarsi e fare cose sempre più mature.


musicworldnews.it: 
Quella catena al naso è un tratto distintivo, cerchi di distinguerti in qualche modo?

Elek Style: Essere un’identità identica ad un’altra non ha senso e non porterà mai niente. Non starai mai bene con te stesso se non trovi una tua identità nella vita e in questa società. Sono affascinato da mondi antichi come quello degli antichi, egizi, arabi e orientali e trovo molta ispirazione per fare le mie canzoni. Essere se stessi a volte rischi di essere etichettato dalla società come “strano”, ma alla fine quello che conta è stare bene con se stessi.


musicworldnews.it: 
Concordiamo con il tuo pensiero di essere sempre se stessi. Come ti senti in questa società estraneo o ne fai parte?

Elek Style: Io ne faccio parte, ma sono un alieno e quindi devo adattarmi. Ho pensieri diversi, da come la vedo io al mondo non dovrebbero contare solo i soldi che fanno dividere le persone. I rapporti umani non sono all’altezza della situazione e l’amore non si dimostra facendo regali ed è l’unica forza che non è stata creata dall’uomo e non potrà mai controllarla.


musicworldnews.it:
Grazie per il tempo che ci hai dedicato e torna a trovarci.

LEGGI ANCHE   Suburra 2: La Grande Onda firma sigla e colonna sonora

Commenti

commenti

, ,

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.