Tredici Pietro si racconta con alcuni retroscena!

 

Tredici Pietro non è poi così scarso come in tanti credevano, si sta facendo spazio con rime da urlo, vietato quindi additarlo come figlio di Gianni Morandi, ovviamente lo è a tutti gli effetti, ma sta provando giorno dopo giorno a crearsi uno spazio con la sua bravura.

Sicuramente ricorderai il brano con cui ha debuttato, vale a dire Pizza e Fichi, da quel momento riuscì a lanciare il progetto Tredici Pietro, ma ora che di tempo ne è passato, il ragazzo si lasciato andare a qualche confessione; essere figlio di gli sta fin troppo stretto, vuole quindi mettere la testa fuori dal buco, se così si può dire e mostrarsi per quello che realmente è.

L’intervista è stata rilasciata per Fanpage, con un Saverio Tommasi in grado di tirar fuori aspetti di Pietro Morandi che nessuno conosceva; Tredici è il nome che lo contraddistingue e con il quale ha sempre voluto indicare la crew iniziale che era composta da 13 elementi.

L’avventura ebbe inizio al Parco della Resistenza di  San Lazzaro, lì un componente gli consigliò di chiamarsi Tredici Pietro, il che suonava anche bene, in un certo senso si seguiva il filone di rapper ed artisti americani, come ad esempio 21 Savage, ma l’idea di fondo è sempre stata quella di emergere, differenziarsi dalla massa e provare a lasciare il segno.

Pietro non è di certo il classico figlio di papà!

Per quanto il nome di Gianni Morandi, suo padre, risulti essere fin troppo ingombrante, il ragazzo non si è mai definito un privilegiato e lo dimostrano i suoi lavori, in Italia e all’estero; nella sua nazione era un cassiere e porta pizze, mentre a Londra, città in cui ha vissuto per 1 anno era impiegato all’interno di un alimentari e proprio quello fu uno dei periodi più complicati.

LEGGI ANCHE   Nuovo singolo per il rapper emergente Islero – Onda Calabra

Il figlio di Morandi, come in tanti ancora lo etichettano, si è dato da fare in questi anni, l’esperienza a Londra gli è servita per imparare l’inglese, ed ora sta crescendo, grazie anche a Mr. Monkey che lo ha supportato sin dal primo singolo, un producer divenuto ormai inseparabile.

Se oggi si parla della musica di Tredici Pietro forse è anche merito suo, di entrambi, ma non di certo del suo papà, oggi questo ragazzo non si pone limiti, ama scoprire nuovi sound e tenersi sempre informato su quelli che sono gli artisti di nuova generazione, appartenenti sia al mondo rap che a quello della trap.

Pietro è un grande sognatore, ma ha degli obiettivi chiari e raggiungibili, serve solo impegno e perchè no, anche una buona dose di fortuna, lui vuole lavorare in tutto e per tutto nel mondo della musica, desidera stupire gli ascoltatori e far crescere la sua attuale fanbase.

Speriamo di intervistarlo presto

Tu cosa ne pensi di Tredici Pietro? 

 

Crediti foto: instagram

Commenti

commenti

,

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.